Naturavetal Logo

I principi alla base del cibo Naturavetal®: cosa conta nell'alimentazione!

Scoprite tutto ciò che è importante nell'alimentazione con la nostra guida all'alimentazione. Che si tratti di un animale sportivo o di un animale da divano, un'alimentazione ottimale e naturale è essenziale per far sì che il vostro cane o gatto cresca sano, equilibrato e pieno di gioia di vivere. L'ideale sarebbe somministrare al vostro beniamino un alimento di alta qualità che non contenga additivi che alterano il metabolismo e che fornisca in modo naturale l'energia di cui il egli ha bisogno, per cani e gatti tanto felici quanto mai possono esserlo.

Team di esperti Naturavetal®

I nostri esperti saranno lieti di consigliarvi personalmente.

Se avete domande su questo argomento, saremo lieti di fornirvi una consulenza completa. 

Potete raggiungerci dal lunedì al venerdì
dalle ore 8.30 alle ore 14.00

Cosa è importante per l'alimentazione

Ogni proprietario di un animale domestico desidera il meglio per il proprio beniamino. Ma con tante opzioni di alimentazione e tanti tipi di cibo disponibili sul mercato, la scelta può non essere facile. Molti proprietari si sentono sopraffatti e trovano sempre più difficile scegliere il cibo giusto per il proprio animale. Se poi si aggiungono patologie o allergie, l'incertezza aumenta, perché la corretta alimentazione diventa particolarmente importante.

La nostra base è sempre stata quella di unire le competenze e sviluppare concetti di alimentazione olistica che possono essere adattati alle esigenze individuali di ogni cane e gatto. Inoltre, è sempre stato parte della nostra attività condividere queste conoscenze con i nostri clienti e trasmetterle loro.  Per questo motivo, abbiamo raccolto alcune informazioni sui nostri principi di base sugli alimenti, che fornisce una prima panoramica sulla legge delle dichiarazioni, degli additivi, sui nutrienti naturali e su altri argomenti.

Quali sono i diversi metodi di produzione?

Nel settore delle crocchette, gli alimenti secchi più comunemente prodotti sono i cosiddetti alimenti estrusi, prodotti in un estrusore. Tuttavia, esistono anche alimenti secchi cotti al forno e alimenti secchi pressati a freddo, e anche il cosiddetto BARF essiccato sta diventando sempre più popolare.

Metodi di produzione

Il nostro alimento secco pressato a freddo

Una delle particolarità dei nostri alimenti pressati a freddo è che le materie prime vengono preparate individualmente e con cura: la carne viene essiccata e macinata in modo da poter essere pressata. I cereali vengono scomposti con un processo unico e brevettato a vapore e così resi digeribili. Le verdure e le erbe vengono aggiunte in forma essiccata all'aria direttamente prima della pressatura a freddo. Ciò garantisce una biodisponibilità particolarmente elevata dei singoli ingredienti. 

Nella pressatura a freddo, che preserva le sostanze vitali, viene utilizzata una breve pressione ambientale. In questo modo si garantisce la massima conservazione di vitamine, minerali e sostanze vegetali secondarie. I nostri alimenti pressati a freddo non si gonfiano nello stomaco, riducendo così il rischio di gastrite. Un alimento pressato a freddo è naturalmente più adatto alle specie.

Estrusi

Gli estrusi sono alimenti per cani e gatti prodotti a pressione e calore alti. Vengono raggiunte temperature comprese tra 140 e 200°C circa. A questa temperature, molte vitamine e sostanze nutritive vitali vengono alterate o completamente distrutte. Queste vengono poi nuovamente aggiunte in forma artificiale. Inoltre, spesso vengono utilizzati additivi come coloranti e aromi per aumentare l’appetibilità della crocchetta. 

Il prodotto cotto ad alte temperature viene estruso con una forte pressione attraverso uno stampo e poi spruzzato di grasso. Questo rende le crocchette più gradevoli agli occhi dei proprietari, impedisce che irrancidiscano, evita l'abrasione e si suppone che aumenti l’appetibilità. Molti additivi sono sospettati di causare disturbi metabolici e allergie.

Alimenti cotti al forno

Negli alimenti cotti al forno, le singole materie prime vengono macinate o tritate e di solito mescolate con acqua per formare una pasta. Questa pasta viene poi formata o tagliata in pezzettini, che vengono poi cotti in forno. Durante questo processo, vengono utilizzate temperature fino a circa 150 °C, fino a quando la pasta originariamente cruda risulta completamente cotta. 

Il vantaggio di questo processo di produzione è che le crocchette che si ottengono si gonfiano poco o per nulla. Lo svantaggio, tuttavia, è che a causa delle alte temperature utilizzate per la cottura in forno e per un tempo più lungo, i nutrienti vitali e le vitamine possono essere distrutti o alterati, per cui di solito vengono aggiunti artificialmente.

BARF essiccato

Il BARF essiccato utilizza gli ingredienti della dieta BARF, ma essi non sono crudi e freschi, bensì essiccati. Questo li fa durare molto più a lungo. Il processo di essiccazione modifica anche il volume dei singoli ingredienti e la razione di cibo deve sempre essere ammollata in acqua per un po' prima che il cane possa mangiarla.

Il nostro metodo di cottura degli alimenti umidi

La carne viene macinata cruda, mescolata e confezionata a freddo con gli altri ingredienti dei nostri menu, e poi cotta brevemente dentro la confezione. Questo garantisce un metodo di produzione tradizionale che elimina l'uso di conservanti.

Legge sulle dichiarazioni - Come leggere l'etichetta

Esistono numerosi regolamenti nella UE, nonché regolamenti nazionali, leggi e documenti di orientamento sulle modalità di etichettatura degli alimenti per animali. L'etichettatura (ovvero la dichiarazione) fornisce le seguenti informazioni: composizione, ingredienti, additivi, istruzioni per l'alimentazione e informazioni facoltative.

Legge sulle dichiarazioni

Elenco degli ingredienti

È un requisito legale che l'ordine degli ingredienti elencati sulla confezione corrisponda alla loro proporzione nel mangime. L'ingrediente che compare per primo deve quindi essere l'ingrediente principale del mangime. In questo caso, occorre distinguere tra una dichiarazione aperta e una chiusa.

Dichiarazione aperta

I singoli componenti sono elencati nell'ordine in cui sono contenuti nell’alimento in termini di quantità. In Naturavetal®, tutto è dichiarato in modo aperto e trasparente!

Dichiarazione chiusa

In una dichiarazione chiusa, gli ingredienti sono raggruppati e dichiarati in gruppi di alimenti. Ciò significa che, ad esempio, è possibile utilizzare termini come "cereali". Secondo la regolazione dei mangimi Appendice 3, per cereali si intende: "Tutti i tipi di cereali, indipendentemente dalla loro presentazione, nonché i prodotti della lavorazione dell'endosperma". 

Ciò include praticamente tutto, poiché non viene specificato di quale cereale si tratti o di quale parte della pianta. Le parti inferiori della pianta sono spesso utilizzate nei mangimi per motivi economici. Per sapere esattamente cosa si sta somministrando, è necessario chiedere al produttore.

Sottoprodotti animali e vegetali

Questi termini possono includere non solo ingredienti pregiati come cuore, fegato, miglio o chicchi di riso, ma anche ingredienti inferiori, discutibili dal punto di vista nutrizionale o scarsamente digeribili, che spesso vengono scartati dalla produzione di alimenti per l'uomo. Si tratta, ad esempio, di pelo, piume, unghie o bucce (ad esempio di patate), foglie, radici o steli. Per noi questi sottoprodotti sono impensabili. 

Quindi, se dietro il termine "sottoprodotti" non c'è alcuna spiegazione su cosa siano, bisogna sempre essere scettici: un produttore responsabile che lavora ingredienti di alta qualità li presenta e non li nasconde.

Fonti di carne e cosa si può nascondere dietro le indicazioni

Anche se nella maggior parte dei casi il tipo di carne è pubblicizzato sulla confezione, questo non significa automaticamente che l'alimento contenga carne di alta qualità. Ad esempio, una lattina pubblicizzata come "agnello" può contenere, per legge, solo il 4% di agnello. Il resto può provenire da carne di maiale, manzo e altre fonti di carne. Quindi il sapore di agnello può essere composto da 4 o più tipi di carne diversi. Questo può essere un grosso problema per un cane allergico, per esempio. Inoltre, non è chiaro se il 4% di agnello e ovviamente il resto del contenuto sia di alta qualità o se sia costituito esclusivamente da frattaglie di bassa qualità. Anche il nome della carne lavorata fa una grande differenza.

Fonti di carne

Origine della carne e qualità degli alimenti

Su alcuni mangimi si trovano spesso descrizioni come "carne di animali destinati al consumo umano". È importante ricordare che ogni produttore di mangimi per cani e gatti utilizza carne proveniente dallo stesso animale macellato che viene utilizzato anche come alimento per gli esseri umani. 

Nel momento in cui la carne viene trasformata in mangime, appartiene automaticamente alla cosiddetta categoria 3 e perde la denominazione di "qualità alimentare", anche se proviene dallo stesso animale macellato da cui è stata prodotta anche la carne per gli esseri umani. Questa classificazione nella categoria 3 ha un fondamento giuridico a cui tutti i produttori di mangimi devono attenersi. Gli animali macellati non sani e non idonei al consumo umano non vengono utilizzati né per la produzione di alimenti per l'uomo né per la produzione di mangimi. 

Solo gli animali idonei al consumo umano vengono trasformati in alimenti. Le loro parti più belle, ad esempio i filetti perfetti, vengono utilizzate per l'uomo, mentre la carne rimanente (principalmente tagli di carne e grasso e frattaglie, ad esempio cuore, fegato, reni, polmoni o lingua) può venire utilizzato nei mangimi per animali. Tuttavia, ciò non influisce sulla qualità dei nutrienti contenuti e l'animale macellato viene utilizzato in un modo più razionale. 

I sottoprodotti animali di qualità inferiore, come la farina di piume, le unghie o le corna, non vengono utilizzati in mangimi di alta qualità come Canis Plus® e Felins Plus®. Convincetevi della qualità del vostro mangime prestando attenzione a una dichiarazione aperta e all'assenza di sottoprodotti animali di bassa qualità come unghie o farina di piume e di tutti gli additivi sintetici. La qualità dell'intero mangime e una ricetta adeguata alla specie sono importanti per una vita lunga e sana.

Pollame

Questa dichiarazione solitamente nasconde tutti i componenti dell'intero animale, compresi becco, artigli, piume, ecc. Questi vengono pesati prima dell'essiccazione, il che apparentemente aumenta la percentuale di pollame. Se il pollame fosse solo la carne, potrebbe essere dichiarato come tale.

Carne di pollame

È la parte carnosa del pollame. Viene pesata come carne fresca prima dell'essiccazione, perché il peso è maggiore rispetto a quello dopo l'essiccazione a causa dell'acqua contenuta nella carne. Tuttavia, il cliente acquista un mangime secco e dovrebbe essere irrilevante il peso che aveva la carne quando conteneva ancora il 60-70% di acqua. 

Ma il produttore può ora scrivere carne di pollame al primo posto nella composizione. Questo trucco suggerisce al cliente che la carne di pollame è l'ingrediente principale dell'alimento.

Farina di carne di pollame

Qui la carne viene pesata dopo l'essiccazione. Nonostante la stessa quantità di carne fresca della carne di pollame, questo valore è inferiore e compare più in basso nella composizione. Tuttavia, poiché si tratta della dichiarazione più onesta, utilizziamo questa forma di dichiarazione.

Farina di pollame

Anche in questo caso vale lo stesso discorso fatto per il pollame (cioè comprende tutti i componenti dell'intero animale) solo che non viene pesato prima, ma dopo l'essiccazione.

Cereali e altre fonti di carboidrati

Negli ultimi anni, gli alimenti per cani a base di cereali sono diventati sempre più screditati, anche se molti proprietari di animali domestici spesso non si rendono conto del perché. Prevale l'opinione che i cereali siano un ingrediente unico e inferiore, semplicemente perché si è sentito parlare male dei cereali. Spesso non si sa quali piante appartengano ai cereali. Ci sono frasi come: "Io somministro sempre cibo per cani senza cereali. Se voglio dare al mio cane un bocconcino, ci mescolo un po' di riso", che dimostrano quanto sia diffusa l'ignoranza. Sono diffusi anche altri miti, che vorremmo analizzare più da vicino qui di seguito.

Cereali e altre fonti di carboidrati

Cereali e allergie

Un'allergia può svilupparsi solo attraverso un contatto iniziale. In passato, la maggior parte degli alimenti per cani conteneva cereali, quindi molti animali metabolicamente compromessi hanno avuto un primo contatto con un cereale e molti possono aver avuto una reazione allergica a quel cereale. Oggi, quando l'alimentazione senza cereali è una tendenza e sempre più proprietari di animali domestici somministrano alimenti secchi senza cereali che poi contengono, ad esempio, patate o simili, vediamo che improvvisamente sempre più cani reagiscono in modo allergico alla patata, ma tollerano bene le varietà di cereali. L'incidenza delle allergie segue quindi la tendenza.

Per un animale normale e sano non c'è alcun problema se i cereali sono inclusi nel suo cibo, purché le quantità siano giuste e il produttore utilizzi materie prime di alta qualità, lavorate delicatamente, e non utilizzi sottoprodotti vegetali come gambi o radici. Noi abbiamo sempre evitato questi sottoprodotti e ci affidiamo alle sostanze nutritive contenute nei cereali integrali, delicatamente scomposti in modo da conservare anche le preziose fibre grezze. Se volete saperne di più, date un'occhiata qui.

In caso di allergia ai cereali, è ovviamente necessario alimentare il cane senza cereali. Per saperne di più, consultate la nostra guida "Alimenti per cani senza cereali - più di una moda".

Allergia ai cereali o intolleranza al glutine?

Molti cani presumibilmente allergici ai cereali non reagiscono al tipo di cereale, ma sono sensibili al glutine contenuto nel cereale. 

Il problema dell'intolleranza al glutine è molto diffuso anche tra noi umani. Anche le persone che tollerano abbastanza bene il glutine spesso sviluppano problemi digestivi dopo averne mangiato grandi quantità, e può accadere lo stesso con i nostri cani che reagiscono in modo sensibile al glutine. Ecco perché utilizziamo solo ingredienti privi di glutine nei nostri alimenti.

Contenuto di cereali e carne

Ogni alimento secco ha un contenuto di vegetali superiore a quello di un alimento umido, perché questo contenuto garantisce la pressatura dell'alimento. I carboidrati sono indispensabili a questo scopo. Se si vuole somministrare più carne possibile o meno carboidrati possibile, in genere si dovrebbe evitare di somministrare cibo secco. Gli alimenti umidi, come i menu completi Canis Plus® , sono quindi in questi casi molto più adatti al cane.

I cereali e il cane iperattivo

Se al cane viene somministrato un alimento che contiene un'elevata percentuale di carboidrati rapidamente utilizzabili e allo stesso tempo una quantità insufficiente di fibre grezze, il livello di zucchero nel sangue può aumentare rapidamente. Se l'alimento contiene anche molti grassi e proteine, il cane può avere improvvisamente a disposizione molta più energia di quanta ne abbia effettivamente bisogno. Se è già piuttosto agitato e irrequieto, può facilmente accadere che l'eccesso di energia lo renda "sovraeccitato". Tuttavia, non è il cereale in generale a essere responsabile di questo fenomeno, ma piuttosto la qualità della materia prima del cereale lavorato e la composizione complessiva dell'alimento, che probabilmente non è adatta al cane. Per ulteriori informazioni su come l'alimentazione può influire sul comportamento del cane, consultate la nostra guida "Il legame tra dieta e comportamento nei cani".

Con il nostro Canis Plus®, ci preoccupiamo di garantire che le materie prime che trattiamo siano fonti di nutrienti di alta qualità. Queste vengono scomposte delicatamente in modo che il cane possa utilizzarle al meglio. Ad esempio, lavoriamo il riso integrale invece del riso bianco brillato. Il riso integrale contiene molti più nutrienti e anche molte più fibre grezze rispetto al riso bianco brillato. Le nostre ricette sono personalizzate in base alle esigenze del cane e sono studiate per non "sommergerlo" di energia "veloce", ma per fornirgli un apporto energetico relativamente costante in un arco di tempo più lungo: ciò consente di evitare un improvviso surplus energetico che potrebbe influire sul comportamento del cane.

Tuttavia, tenete presente che molti cani sono amanti del cibo e lo dimostrano al padrone subito dopo aver mangiato, correndo allegramente intorno alle loro gambe; se questo comportamento viene rinforzato positivamente, è possibile che il cane lo manifesti sempre più spesso. Si tratta di una caratteristica acquisita e non di un segno di iperattività.

Cosa dicono gli ingredienti analitici?

I componenti analitici sono informazioni obbligatorie secondo la normativa europea sui mangimi. Si tratta dell'analisi Weender, in cui vengono analizzati la proteina grezza, il contenuto di grassi, le ceneri grezze e la fibra grezza. Per i mangimi con un contenuto di umidità superiore al 14%, deve essere indicata anche l'umidità.

Ingredienti analitici

Proteina grezza

Dietro l'indicazione delle proteine grezze si nasconde la somma dei composti azotati. Poiché nell'analisi compaiono le proteine totali (animali e vegetali), la quantità di proteine non dice nulla sulla loro qualità. Per costruire e mantenere le sostanze dell'organismo sono necessari soprattutto gli aminoacidi essenziali, che devono essere assunti con la dieta. 

Un'alimentazione eccessiva con proteine di bassa qualità può essere la causa di molte malattie. L'alimentazione con la stessa quantità di proteine di alta qualità provenienti da muscolo e frattaglie, invece, fornisce un apporto sufficiente di aminoacidi essenziali. Il miglior mangime non è quindi quello con il più alto contenuto di proteine grezze, ma quello con le proteine di qualità più elevata nel contenuto totale appropriato, come avviene in modo affidabile con la nostra gamma di alimenti.

Contenuto di grassi

Il termine contenuto di grassi si riferisce ancora una volta ai grassi totali contenuti nell’alimento. Anche in questo caso, non è possibile stabilire da queste informazioni di che tipo di grasso si tratti. Il grasso è la più importante fonte di energia. Inoltre, il grasso serve anche a trasportare i nutrienti e a proteggere gli organi e i nervi. 

Alcuni acidi grassi non possono essere sintetizzati dall'organismo, ma devono essere assunti attraverso gli alimenti (acidi grassi essenziali). I grassi animali contengono in genere soprattutto acidi grassi saturi. Al contrario, i preziosi acidi grassi insaturi e polinsaturi si trovano principalmente nel pesce e in alcune piante. Una quantità eccessiva di energia/grassi viene immagazzinata nel corpo in depositi.

Fibra grezza

Con questa voce viene indicata la percentuale di fibra alimentare assolutamente indispensabile per la peristalsi intestinale e quindi per una digestione regolare. Tra l'altro, le fibre grezze favoriscono i batteri intestinali buoni e creano così un ambiente intestinale fisiologico.

Ceneri grezze

Le ceneri grezze contengono i componenti inorganici del mangime. Si tratta di minerali e composti di oligoelementi. La determinazione viene effettuata mediante incenerimento in un forno a muffola a 550°C. La differenza tra la sostanza secca e le ceneri grezze rappresenta la sostanza organica. Sono la proteina grezza, il contenuto di grassi, la fibra grezza e le sostanze estratte prive di azoto. 

L'opinione generalmente accettata che un elevato valore di ceneri grezze comporti un pesante carico per i reni si applica solo alle vitamine e ai minerali artificiali. I nostri mangimi contengono solo materie prime di alta qualità. Pertanto, il suo valore di ceneri grezze è un criterio positivo per valutare l'apporto ideale di minerali e oligoelementi agli animali.

Cosa sono i nutrienti?

L'alimentazione è costituita fondamentalmente da proteine (proteine), grassi (lipidi), carboidrati (saccaridi), nonché da vitamine, minerali, oligoelementi e acqua. Questi nutrienti sono essenziali per una vita sana e adeguata alla specie; l'organismo di cani e gatti dipende da essi per funzionare in modo ottimale.

Nutrienti

Vitamine

Le vitamine naturali, nella loro forma originale, svolgono funzioni molto specifiche. Tutti i nostri diversi alimenti sono naturalmente ricchi di vitamine e minerali grazie agli ingredienti del tutto naturali. Tuttavia, molti proprietari di animali domestici si orientano erroneamente sulle tabelle di alimentazione, basandosi principalmente sulle quantità delle singole vitamine per determinare se il loro animale ne è sufficientemente fornito.

Tuttavia, il fattore decisivo non è la quantità, ma l'effettiva biodisponibilità di vitamine e minerali. I proprietari di animali domestici tendono a percepire la quantità e a voler coprire con essa una presunta carenza. Nel corso del tempo, questo può portare a un apporto in eccesso, che può causare malattie se si consumano più vitamine di quelle effettivamente necessarie. 

Le vitamine artificiali e sintetiche mancano della biodiversità naturale. Oggi sono considerate più dannose che benefiche. Gli effetti positivi non sono ancora stati dimostrati. Vengono poco assimilate dall'organismo e hanno un forte impatto metabolico su fegato e reni. Le vitamine sintetiche sono riconoscibili sulle confezioni dalla parola "additivi", ad esempio. Poiché i nostri alimenti non contengono vitamine artificiali, questo termine non è ovviamente riportato.

Ulteriori informazioni sulle vitamine sono disponibili nella nostra guida "Le vitamine utili ai nostri cani".

Minerali

I minerali sono coinvolti in diverse funzioni dell'organismo. Ad esempio, favoriscono la formazione delle ossa e contribuiscono in modo significativo alle funzioni di mantenimento della salute del sistema immunitario.

Per saperne di più sui minerali, consultate la nostra guida "I minerali utili ai nostri cani".

Calcio - Fosforo

Il calcio è uno dei minerali più importanti dell'organismo animale, viene immagazzinato principalmente nelle ossa e nei denti ed è presente in piccole quantità nel sangue. È indispensabile per la costruzione e il mantenimento dello scheletro e dei denti, favorisce la coagulazione del sangue e mantiene il funzionamento di muscoli e nervi. Il fosforo è un partner elementare del calcio e il materiale di costruzione di ossa e denti. È di notevole importanza per l'intero metabolismo ed è essenziale per l'equilibrio acido-base. 

Nel nostro mangime, il rapporto Calcio/Fosforo raggiunge l'equilibrio necessario per una salute ottimale. Grazie alle materie prime naturali, è esclusa un'eccedenza. Allo stesso tempo, si previene una carenza.

Cosa sono gli additivi?

Gli additivi sono sostanze che vengono miscelate in un mangime quando gli ingredienti da soli non sono in grado di raggiungere un determinato obiettivo. Lo scopo può essere quello di conferire all'alimento un colore particolarmente attraente o un odore invitante, ma anche di dargli una consistenza particolare o di farlo durare più a lungo. Al giorno d'oggi, purtroppo, gli additivi vengono utilizzati troppo spesso, perché rappresentano un modo economico per compensare le carenze dovute a ingredienti di qualità inferiore. Di norma, si tratta di sostanze sintetiche, cioè prodotte chimicamente.

Additivi

Additivi sensoriali

Queste sostanze vengono aggiunte ai mangimi convenzionali per migliorarne o modificarne le proprietà organolettiche o visive. Questa categoria comprende i gruppi funzionali dei coloranti e degli aromi.

Additivi nutrizionali

Sono sostanze che hanno un significato nutrizionale-fisiologico per il mangime e per l'animale, ad esempio vitamine, provitamine, oligoelementi, aminoacidi.

Conservanti

I conservanti sono spesso dichiarati come "additivi CE" o "con antiossidanti". I risultati delle ricerche che documentano che i conservanti possono scatenare allergie e alterare il sistema immunitario sono allarmanti. Inoltre, possono addirittura avere un effetto cancerogeno sull'organismo. 

Gli alimenti secchi non hanno bisogno di essere conservati. Tuttavia, per renderli più gustosi, di solito vengono spruzzati dei grassi sul cibo. In un clima caldo, i grassi irrancidiscono dopo poco tempo e quindi devono essere conservati. Noi lo evitiamo deliberatamente e offriamo i nostri mangimi senza grassi spruzzati e senza conservanti.

Per qualsiasi domanda, non esitate a contattarci telefonicamente. Saremo lieti di offrirvi una consulenza personalizzata. Potete raggiungerci dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 14.00 al numero 0432-751 345 o via e-mail all'indirizzo: info@naturavetal.it.

Campioni crocchette Naturavetal®

Saremo lieti di inviarvi campioni chrocchette e di aiutarvi a scegliere la varietà più adatta.
 

Cataloghi e volantini

Brochure con tutte le informazioni sui prodotti e tanti consigli sull'alimentazione