Naturavetal Logo

Il mio cane mangia le feci - che cosa posso fare?

Nella lista dei preferiti

È un fenomeno molto diffuso il fatto che i cani mangino le feci di altri carnivori ed erbivori ed è un fenomeno percepito dal proprietario come fastidioso o spiacevole. Tecnicamente si chiama coprofagia. La natura ci mostra che perfino i lupi e i cani randagi rosicchiano a volte i rami degli alberi o altre erbe insolite che il più delle volte eviterebbero e mangiano anche le loro feci o feci di altri, che possono essere utili per la varietà di sostanze nutritive residue che apportano.
A volte fa parte di una cosiddetta “automedicazione” che negli animali è in alcuni casi anche studiata dal punto di vista scientifico e altre volte si assume che se il cane cerca gli scarti di un altro animale, allora manca di qualcosa.

Team di esperti Naturavetal®

I nostri esperti saranno lieti di consigliarvi personalmente.

Se avete domande su questo argomento, saremo lieti di fornirvi una consulenza completa. 

Potete raggiungerci dal lunedì al venerdì
dalle ore 8.30 alle ore 14.00

Se il cane mangia le feci, potrebbero esserci problemi nell'intestino

Un motivo molto comune per la coprofagia è che il cane abbia una flora intestinale disturbata. Nell’intestino sano vivono una varietà di batteri buoni che tollerano alcuni batteri cattivi, con questo equilibrio si possono tenere sotto controllo gli agenti patogeni. Sfortunatamente, ci possono essere molte ragioni che possono spostare questo equilibrio a favore dei cattivi batteri intestinali.
Una volta che questo ciclo è iniziato, può diventare un circolo vizioso – e causare come risultato eczemi cutanei, allergie e disturbi intestinali. Il cane, tuttavia, percepisce che “qualcosa non va” nel suo intestino e cerca di colonizzare la sua flora microbica con batteri buoni attraverso l’ingestione delle feci di altre specie.

Il cane mangia le feci di altri cani

Sfortunatamente, oggigiorno molti mangimi prodotti industrialmente contengono aromi ed esaltatori di sapidità (e alcuni di questi passano anche nello sterco). Questi odori possono essere così attraenti per il nasone del cane da indurlo facilmente a mangiare le feci altrui anche se si tratta di un cane sano. Il cane percepisce l’odore piuttosto come “attraente” e non come maleodorante. Se invece il suo vero obiettivo è quello di aiutare i suoi batteri intestinali buoni, questo non può succedere perché le feci prodotte da animali alimentati con prodotti industriali contenenti additivi sintetici, sono insalubri e non possiedono certo in quantità quello che il cane istintivamente va cercando. In queste feci infatti non possono essere rilevati abbastanza batteri intestinali buoni e di conseguenza non possono fornire supporto per la flora intestinale di altri cani. Peggio, possiedono invece carichi di tossine derivanti dalle materie prime inferiori utilizzate nel mangime e dalle sostanze sintetiche.
Dal momento che la maggior parte dei cani ancora vengono alimentati con cosiddetti mangimi industriali, è importante non lasciare che i nostri animali mangino le feci di altri, attraverso una corretta e coerente educazione.

Altre possibili ragioni per la coprofagia – parassiti intestinali

Una infestazione da vermi può essere un fattore scatenante per la coprofagia, in quanto la presenza di parassiti può alterare in modo significativo i processi digestivi di un cane. In questo caso, raccomandiamo un esame delle feci e in caso di un risultato positivo si può agire con un vermifugo. Il test è importante perché ogni trattamento inutile con vermifughi chimici danneggia la flora intestinale e quindi non porta ad alcun miglioramento. In caso di infestazioni leggera, Canis Extra Vermcurat può supportare la dieta nell’eliminazione dei parassiti. Se non sono presenti vermi, Canis Extra Vermprevet è comunque raccomandato per supportare un ambiente salutare intestinale e l’equilibrio dei batteri intestinali buoni.

Altre possibili ragioni per la coprofagia - disturbi del pancreas

Anche i disturbi legati al pancreas, come un’insufficienza pancreatica, possono contribuire al fatto che il cane inizi a mangiare le feci. L’ipofunzione pancreatica causa una produzione insufficiente di enzimi digestivi, come l’amilasi per la scissione dei carboidrati, la tripsina e la chimotripsina per la scissione proteica e le lipasi per la perdita di grasso. Se il cane non ha questi enzimi, può cercare un auto medicamento mediante la coprofagia, per assumere le sostanze a lui mancanti dalle feci di altri cani. Se altri rimedi non hanno successo, il proprietario può considerare di far controllare la funzione pancreatica.

l mio cane mangia le feci, ma non so perché

Per meglio restringere le cause della coprofagia, ci si dovrebbero porre le seguenti domande:

  • Che tipo di mangime assume il mio cane?
  • Può essere presente un problema di salute?
  • È un disordine comportamentale? Magari è imitazione di altri cani che mangiano le feci?
  • A quali escrementi è interessato il mio cane?
  • Con che frequenza mangia le feci il mio cane?
  • Da questo, si può ipotizzare la mancanza di qualche sostanza?
  • Da quanto tempo e con quale frequenza si verifica questo problema?
  • Ha assunto antibiotici o vermifughi chimici in passato che possano aver alterato la flora batterica intestinale?
  • il cane/cucciolo mangia in modo appropriato in modo da potersi costruire una flora abatterica adeguata?
     

Potrebbe esserci una carenza reale, che senza un dettagliato esame del sangue è difficile individuare, ma si può comunque ottimizzare l’alimentazione dell’animale grazie al supplemento di un ricco integratore alimentare naturale. Se la coprofagia diminuisce, è già un grande passo.

Se è esclusa una patologia, il proprietario deve comunque verificare quando ha avuto luogo l’ultima sverminazione, se il cane soffre spesso di diarrea, se prende medicine o se la flora intestinale può essere danneggiata.

Consiglio Naturavetal®

Canis Extra Aktiv contiene minerali, vitamine e oligoelementi che possono prevenire le deficienze psicologiche e nutrizionali. Canis Extra Terra Minerale – fornisce una varietà di nutrienti che può stabilizzare l’equilibrio minerale dell’organismo, avere un effetto positivo in caso di carenze derivanti dalla dieta del cane e contribuire di conseguenza a rendere superflua la coprofagia. La composizione unica della torba minerale può stimolare il metabolismo, contribuire a una ripresa della flora intestinale e quindi promuovere l‘assimilazione completa del cibo.

Il mio cane è sano, ma mangia ancora le feci - come posso impedirlo?

In alcuni cani la coprofagia è un comportamento volto ad ottenere attenzione. Questo vale soprattutto per i cani che non sono perfettamente consapevoli della loro posizione sociale in famiglia o per coloro che stanno spesso da soli. Questi cani si rendono subito conto che mangiando le feci in presenza del proprietario suscitano rapidamente una loro reazione e attirano così la loro attenzione.

Liberarsi della coprofagia in questo caso può essere difficile. Ecco alcuni suggerimenti preziosi che possono aiutarvi a liberarvi dei problemi comportamentali nella pratica quotidiana.

  • Se il cane rimane al guinzaglio, il proprietario può controllarne il raggio di azione e quindi impedirgli di sparire nei cespugli o vagare a piacimento nel prato, dove può trovare altre feci
  • Se il proprietario sorprende il cane a mangiare delle feci, dovrebbe emettere un suono acuto o comunque un breve suono per distrarre l’attenzione del cane dagli escrementi e farlo allontanare.
  • Una punizione successiva non ha senso, l’eventuale punizione dovrebbe essere contemporanea all’azione stessa.

Per qualsiasi domanda, non esitate a contattarci telefonicamente. Saremo lieti di offrirvi una consulenza personalizzata. Potete raggiungerci dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 14.00 al numero 0432-751 345 o via e-mail all'indirizzo: info@naturavetal.it.

Potresti anche essere interessato a questi post

Campioni crocchette Naturavetal®

Saremo lieti di inviarvi campioni chrocchette e di aiutarvi a scegliere la varietà più adatta.
 

Cataloghi e volantini

Brochure con tutte le informazioni sui prodotti e tanti consigli sull'alimentazione