Naturavetal Logo

Speciale allevatori: la gravidanza nelle cagne

Nella lista dei preferiti

È un momento particolarmente emozionante per ogni proprietario quando la cagna è incinta e aspetta dei cuccioli. La gravidanza dura in media 63 giorni, a volte qualche giorno in più e a volte qualche giorno in meno. Durante questo periodo, il corpo della cagna cambia a causa dei cuccioli che crescono dentro di lei, che partorirà e poi allatterà con il latte materno: come preparare al meglio la cagna a questo evento e come sostenerla al meglio?

In questa guida vi forniamo utili informazioni su come preparare la cagna alla gravidanza, sull’alimentazione di cui ha bisogno durante la stessa e su come sostenerla quando i cuccioli nasceranno e verranno da lei allattati.

Team di esperti Naturavetal®

I nostri esperti saranno lieti di consigliarvi personalmente.

Se avete domande su questo argomento, saremo lieti di fornirvi una consulenza completa. 

Potete raggiungerci dal lunedì al venerdì
dalle ore 8.30 alle ore 14.00

Preparazione della cagna - prima del parto

La cagna deve essere nutrita con un alimento naturale, adatto alla specie e privo di additivi sintetici e conservanti. Questi possono accumularsi nell’organismo, irritare il metabolismo e quindi compromettere il sistema immunitario e favorire lo sviluppo di allergie e intolleranze. Se state già somministrando un alimento naturale come il nostro Canis Plus®, potete semplicemente continuare con questo alimento. Potete scegliere se somministrare il nostro cibo secco Canis Plus® pressato a freddo o il nostro cibo umido Canis Plus® o se combinare i due tipi di cibo.

Info Naturavetal®

Preparazione della cagna alla gravidanza

Se alla cagna è stato somministrato un antibiotico, un vermifugo chimico o un antiparassitario prima dell’accoppiamento, o se è necessaria una disintossicazione per altri motivi, è molto importante disintossicare la cagna e completare la disintossicazione prima dell’accoppiamento. Esistono diversi modi per aiutare l’organismo a disintossicarsi. Il grado di disintossicazione da incoraggiare dipende sempre dallo stato di salute del cane e dagli stress a cui è stato esposto. 

La natura offre molti modi di disintossicazione dolce e con il nostro team di consulenti vorremmo aiutarvi a trovare il modo giusto per il vostro cane. Non esitate a chiamarci.

È molto importante effettuare un esame delle feci prima dell’accoppiamento della cagna per verificare che sia esente da parassiti, poiché ci sono tipi di vermi che i cuccioli possono prendere dalla madre. In questo caso vale quanto segue: più la madre è sana e in forma a livello intestinale, anche grazie a una dieta adeguata alla specie e priva di additivi sintetici, più è raro trovare un’infestazione di parassiti nei cuccioli.

Se la cagna presenta parassiti intestinali, il nostro Canis Extra Vermcurat® aiuta a tenerli sotto controllo rapidamente. Naturalmente, la fattrice può entrare in contatto con i vermi anche durante la gravidanza: in questi casi, chiamateci per decidere una dieta adattata.

La gravidanza della cagna: la giusta alimentazione

La nostra gamma offre diversi modi per fornire alle cagne in gravidanza e in allattamento tutto ciò di cui hanno bisogno. Gli alimenti umidi e secchi possono essere facilmente combinati, in pasti separati. E’ possibile dare alla futura mamma il nostro cibo per cuccioli e cani giovani Canis Plus® e si può somministrare anche la carne. In questo caso è adatta la carne cruda o anche i menu Canis Plus® per cuccioli, i menu completi Canis Plus®, il rotolo con agnello da pascolo Canis Plus® con miglio e latte di capra intero o le nostre lattine o rotoli di carne Canis Plus® con le nostre miscele di fiocchi essiccati all’aria Canis Extra Top-Fit-Mix o i fiocchi Canis Extra Vit/Min e una fonte di calcio come la nostra polvere di guscio d’uovo biologico Canis Extra. Questo vale anche per il periodo dell’allattamento.

Info Naturavetal®

Alimentazione della cagna gravida

In generale, consigliamo di somministrare il nostro cibo per cuccioli Canis Plus® alle cagne in gravidanza e poi in allattamento, poiché contiene una porzione extra di minerali e più carne. Questo fornisce alla cagna energia di alta qualità, che garantisce una crescita sana dei cuccioli.

La quantità ottimale di cibo per una cagna gravida dipende da vari fattori: il numero di cuccioli che avrà ha un’influenza decisiva.

Alimentazione della cagna dal momento dell’accoppiamento

È stato dimostrato che la quantità di cibo non deve essere aumentata se la cagna ha raggiunto il suo peso ideale, a meno che non si tratti di una cagna che è già al limite inferiore del suo peso. Solo a partire dal secondo terzo di gravidanza è possibile somministrare una quantità maggiore di cibo per cuccioli e giovani cani: all’inizio solo un piccolo aumento, circa il 30% in più a partire dalla quinta settimana di gravidanza. Tenete d’occhio la cagna, perché non deve aumentare troppo di peso fino al parto, altrimenti sarà più difficile per lei partorire. Nell’ultimo terzo della gravidanza, la quantità di cibo può essere aumentata di nuovo, di circa il 50% del fabbisogno normale, perché in questo periodo di solito si sa dall’ecografia quanti cuccioli ci saranno. Maggiore è il numero di cuccioli, più alto è il requisito. Con una cucciolata piccola, la quantità di cibo è notevolmente inferiore.

Preparazione alla nascita

Prima che arrivi il momento della nascita dei cuccioli, è necessario fare alcuni preparativi affinché il parto avvenga in modo rilassato. La cagna ha bisogno di un luogo accogliente che le dia sicurezza, dove poter partorire i cuccioli: le cosiddette cassette per il parto si sono rivelate molto utili. La cassetta per il parto deve essere allestita per tempo, in modo che la cagna possa abituarsi ad essa. Potete anche controllare se in casa ci sono oggetti pericolosi, cavi scoperti, ecc. che potrebbero essere pericolosi per i cuccioli quando muovono i primi passi fuori dalla cassetta. È inoltre particolarmente importante essere preparati se la cagna non ha abbastanza latte per i cuccioli o non vuole allattarli. Se volete aiutare la cagna ad allattare i suoi cuccioli, potete farlo con l’aiuto del nostro latte intero di capra in polvere Canis Extra, mescolato con acqua tiepida fino ad ottenere un liquido secondo le dosi indicate e somministrandolo ai cuccioli come supplemento al latte materno. Tuttavia, se i cuccioli non ricevono alcun latte dalla madre, è molto importante offrire loro il colostro per i primi giorni e solo successivamente ricorrere al nostro latte di capra in polvere.

Consiglio Naturavetal®: latte di capra intero in polvere come fonte di energia tra un parto e l'altro

Anche tra la nascita di un cucciolo e l’altro, le cagne traggono beneficio dal bere il nostro latte di capra intero in polvere Canis Extra, miscelato con acqua tiepida fino ad ottenere un liquido, per dare loro nuova energia durante l’intero parto.

Excursus: il processo della nascita

Grazie alle precedenti visite dal veterinario, probabilmente avrete già imparato molto sul processo della nascita. Il veterinario vi avrà mostrato e spiegato alcune cose e vi avrà preparato a sostenere la madre durante il parto. Così avrete in casa asciugamani puliti e una lampada termica. Quando ci si rende conto che il parto sta per iniziare, è necessario informare il veterinario o la clinica veterinaria, in modo da avere un luogo rapido dove recarsi in caso di complicazioni.

Il periodo pre-natale

Alcuni giorni prima del parto, la cagna gravida può manifestare un gonfiore dell’area pubica e in alcune cagne la temperatura corporea scende sotto i 37°C 6-24 ore prima del parto. Pertanto, tra il 50° e il 55° giorno di gravidanza, la temperatura corporea della cagna deve essere misurata due volte al giorno. Di norma, la temperatura dovrebbe essere simile a quella normale e subire solo lievi fluttuazioni, ma se la variazione è notevole, è necessario prestare attenzione.

Il parto e il periodo post-partum

Se la cagna diventa irrequieta, si lecca di più, continua a guardarsi la pancia, magari rifiuta il cibo e ha perdite vaginali, è probabile che partorisca nelle 6-12 ore successive. Alcune cagne presentano anche diarrea o vomito. Una volta evidente la prima contrazione addominale, il primo cucciolo dovrebbe nascere entro un’ora. Tra un parto e l’altro trascorrono circa 30-60 minuti, che la cagna utilizza per liberare il cucciolo precedentemente partorito dal sacco amniotico, mordicchiargli il cordone ombelicale e incoraggiarlo a respirare da solo con continue leccate. Un cucciolo sano dovrebbe iniziare a cercare i capezzoli della madre e a bere il suo colostro subito dopo essere stato preparato e pulito dalla madre.

Info Naturavetal®

La fase di riposo tra le nascite

La fase di riposo tra un parto e l’altro può durare un po’ più di 60 minuti. Tuttavia, è necessario prestare attenzione, poiché un ritardo maggiore può anche essere indice di un parto difficile. Se la cagna mostra una maggiore irrequietezza, non presta attenzione ai cuccioli già nati o se si notano contrazioni addominali non seguite da un parto, la cagna e i cuccioli appena nati devono essere portati dal veterinario il prima possibile.

Ogni cucciolo che nasce è seguito da un dopo parto, periodo durante il quale di solito la cagna mangia. Questo può causare diarrea o vomito. I cuccioli non sono ancora in grado di mantenere la propria temperatura corporea e dipendono da quella della madre. Se volete offrire ai cuccioli già nati un po’ di sostegno, potete posizionare una lampada termica in modo da riscaldare un’area limitata del box da parto, che i cuccioli possono visitare se lo desiderano. Si deve evitare il riscaldamento diretto con una lampada a luce rossa.

I cuccioli appena nati

I cuccioli devono succhiare più volte al giorno dalla madre e guadagnare ogni giorno circa il 5-10% del loro peso corporeo. Così, nel giro di una settimana, di solito raggiungono il doppio del loro peso corporeo originario. Volete saperne di più su quando potete iniziare a svezzare i cuccioli e abituarli al cibo solido? Date un’occhiata al nostro articolo su Consigli Utili – Cibo per cuccioli – sano ed appropriato fin dall’inizio.

Alimentazione della cagna durante la fase di lattazione

Durante la fase di allattamento, la quantità di cibo da dare alla fattrice dipende anche dal numero di cuccioli della cagna. Nelle cucciolate con 8 o più cuccioli, il fabbisogno alimentare della cagna è estremamente elevato e aumenta di settimana in settimana. Con una cucciolata di queste dimensioni, la cagna potrebbe aver bisogno di una quantità di cibo 4-5 volte superiore (sempre cibo per cuccioli e cani giovani). Spesso può essere difficile mantenere il peso della cagna. Una cagna in piena lattazione, con una cucciolata numerosa, può in linea di principio mangiare quanto vuole. Solo dopo che i cuccioli sono stati svezzati si controlla maggiormente la quantità di cibo. L’allattamento è una attività ad alte prestazioni per le cagne. Se non ricevono abbastanza energia e nutrienti, diventano rapidamente emaciate. Tuttavia, se la cucciolata è di 2-3 cuccioli, il fabbisogno alimentare potrebbe non essere molto più alto del normale.

Integratori preziosi per le cagne in gravidanza e in allattamento

È buona norma aggiungere ogni giorno al cibo un cucchiaino o un cucchiaio (a seconda del peso corporeo della cagna) del nostro latte di capra intero in polvere Canis Extra, come ulteriore fonte di energia. Anche la nostra Terra Minerale Canis Extra può essere integrata durante la gravidanza e la fase di allattamento per fornire alla cagna una serie di preziosi nutrienti. Canis Extra Miscela di frutti di bosco può essere utilizzato per sostenere la formazione dellle cellule sanguigne somministrando la quantità giornaliera indicata al pasto 2-3 volte alla settimana durante la gravidanza.

Che dire della profilassi antiparassitaria per le cagne gravide o in allattamento e i loro cuccioli?

Per un allevatore che fa parte di un’associazione, a volte può essere difficile optare per metodi naturali di profilassi dei parassiti, perché l’associazione ha dei requisiti precisi che l’allevatore deve rispettare per rimanere membro. Anche se l’allevatore è in grado di dimostrare una profilassi parassitaria efficace ma naturale, spesso questo non è sufficiente per ottenere l’accettazione della sua cucciolata. Ad esempio, si raccomanda che le cagne madri siano sverminate 2-3 volte durante la gravidanza, indipendentemente dal fatto che vi sia o meno un’infestazione di parassiti. Inoltre, i cuccioli devono essere sverminati ogni 2 settimane a partire dalla seconda settimana di vita e vaccinati durante la fase di immunizzazione di base. In questo modo si accumula molto in poco tempo, il che può mettere a dura prova l’organismo. L’adesione a questi metodi e regolamenti da parte di alcune associazioni di allevatori è stata a lungo criticata e molti attendono un ripensamento a favore della salute dei cani.

Info Naturavetal®

Profilassi antiparassitaria per le cagne gravide

Siamo consapevoli degli obblighi che l’allevatore ha all’interno di un’associazione. Le seguenti istruzioni per l’alimentazione hanno il solo scopo di mostrare le possibilità di profilassi parassitaria in modo naturale. Può essere un valido integratore affinché la cagna madre e i cuccioli possano svilupparsi il più possibile liberi da sostanze potenzialmente nocive.

Profilassi antiparassitaria per le cagne dal momento dell’accoppiamento

Per proteggere la cagna gravida da parassiti come zecche, pulci e acari, consigliamo di iniziare con il nostro Olio di cocco extra biologico Canis Extra. Esso può essere mescolato al cibo e massaggiato esternamente sul pelo. Se questo non è sufficiente, è possibile combinare il nostro Canis Extra Parassiti-Spray (seguire le istruzioni per l’uso). Se la cagna è stata fino a quel momento in grado di gestire senza problemi il nostro Canis Extra Scudo, questo prodotto può essere utilizzato anche durante la gravidanza.

Come descritto in precedenza, la cagna deve essere controllata per i parassiti interni con un controllo delle feci e deve essere priva di vermi prima di partorire; durante la gravidanza si deve sverminare solo se è veramente necessario.

Profilassi contro zecche e pulci durante l'allattamento

Sia per i cuccioli che per la madre, più è delicata la profilassi e meglio è. Questo perché la madre sta allattando i suoi cuccioli e si trova quindi in una fase estremamente faticosa; inoltre, il sistema immunitario dei cuccioli si sta ancora sviluppando e molti sono anche nel pieno della fase di immunizzazione di base. L’olio di cocco extra biologico Canis Extra è il modo più delicato per proteggere i cani molto giovani e la madre dai parassiti.

L’olio di nigella nera egiziana biologico Canis Extra può essere aggiunto all’alimentazione dei cuccioli a partire dal 4° mese di vita, ma deve essere somministrato solo per un periodo limitato e non in modo permanente. La madre può essere alimentata di nuovo con L’olio di nigella nera egiziana biologico Canis Extra non appena i cuccioli non bevono quasi più latte da lei, perché anche in questo caso vale lo stesso discorso: deve essere somministrato solo per un periodo di tempo limitato e non in modo permanente.

A partire dal 6° mese di vita, ai cuccioli può essere somministrato anche il nostro Canis Extra Scudo, e per la madre vale quanto segue: una volta che i cuccioli sono usciti di casa, è possibile utilizzare nuovamente il nostro Scudo se era stato utilizzato senza problemi durante la gravidanza.

Profilassi dei vermi durante l'allattamento

Con l’inizio dell’assunzione regolare di alimenti solidi e le prime escursioni all’esterno, anche se si tratta solo del giardino di casa, è necessario presentare regolarmente campioni di feci raccolte e sottoporli agli esami per la ricerca di parassiti. Anche alla madre e ai cuccioli va somministrato quotidianamente qualcosa per la prevenzione. Il nostro olio di cocco extra biologico Canis Extra e le carote fresche grattugiate sono particolarmente adatti a questo scopo.

Le seguenti indicazioni di dosaggio intendono fornire un orientamento iniziale su come può essere il supporto all’alimentazione. Tuttavia, è possibile che le dosi debbano essere adeguate individualmente. Per qualsiasi domanda, contattate il nostro team di esperti.

Canis Extra Olio di cocco bio

Dosaggio raccomandato per la profilassi contro i parassiti intestinali della fattrice

  • Cani fino a 5 kg: ½ – 1 cucchiaino da tè
  • Cani da 5 a 15 kg: 1–1,5 cucchiaini da tè
  • Cani da 15 a 30 kg: 2-3 cucchiaini da tè
  • Cani a partire da 30 kg: 3–4 cucchiaini da tè


Carote fresche grattugiate:
Per i primi 2 giorni, somministrare mezzo cucchiaino di carote fresche grattugiate. Successivamente, la quantità di cibo viene regolata in base al peso corporeo:

  • Da 5 kg – 1 cucchiaino colmo
  • A partire da 10 kg – 1-2 cucchiaini colmi
  • A partire da 15 kg – 1,5 cucchiai da tavola colmi
  • Da 20 kg – 2 cucchiai colmi
  • A partire da 25 kg – 2-3 cucchiai colmi
  • A partire da 30 kg – 3–4 cucchiai colmi


Non appena i cuccioli mangiano da soli e non bevono quasi più il latte della madre, ossia quando sono quasi svezzati, si può somministrare nuovamente il Canis Extra Vermcurat® alla madre, se necessario, e si può somministrare anche il Canis Extra Vermprevet® secondo le dosi indicate nella confezione o in questo sito.

 

Canis Extra Olio di cocco bio

Dosaggio raccomandato per la profilassi contro i parassiti intestinali nei cuccioli e nei cani giovani

  • 1 ml di olio di cocco/kg di peso corporeo/giorno (1 ml di olio di cocco equivale a circa 1/3 di cucchiaino)


Carote fresche grattugiate:
Per i primi 2 giorni, somministrare mezzo cucchiaino di carote fresche grattugiate, indipendentemente dal peso corporeo del cucciolo. Successivamente, regolare la quantità di cibo in base al peso corporeo:

  • Cuccioli a partire da 5 kg – 1 cucchiaino colmo
  • Cuccioli a partire da 10 kg – 1-2 cucchiaini colmi
  • Cuccioli a partire da 15 kg – 1,5 cucchiai colmi
  • Cuccioli da 20 kg – 2 cucchiai colmi
  • Cuccioli a partire da 25 kg – 2-3 cucchiai colmi


Le dosi raccomandate di cui sopra possono essere somministrate ai cuccioli ogni giorno, dal momento in cui iniziano a mangiare cibo solido. A tal fine, sommare il peso di tutti i cuccioli e mescolare uniformemente la quantità risultante di olio di cocco e scaglie di carota nella porzione totale di cibo umido indicato per la cucciolata. Il cibo viene poi diviso tra i cuccioli e somministrato in ciotole separate, in modo che ogni cucciolo riceva la stessa quantità di cibo. Fino a quando i cuccioli hanno almeno 4 mesi, questa combinazione offre la possibilità di proteggerli il più delicatamente possibile dai parassiti intestinali.

A partire dal 4° mese, ai cuccioli può essere somministrato Canis Extra Vermcurat® se necessario, e Canis Extra Vermprevet® per la pulizia interna dell’intestino e per favorire l’escrezione dei vermi.

Consiglio Naturavetal®: prodotti da evitare in gravidanza

Per qualsiasi domanda, non esitate a contattarci telefonicamente. Saremo lieti di offrirvi una consulenza personalizzata. Potete raggiungerci dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 al numero 0432-751 345 o via e-mail all'indirizzo: info@naturavetal.it.

Potresti anche essere interessato a questi post

Campioni crocchette Naturavetal®

Saremo lieti di inviarvi campioni chrocchette e di aiutarvi a scegliere la varietà più adatta.
 

Cataloghi e volantini

Brochure con tutte le informazioni sui prodotti e tanti consigli sull'alimentazione