Il mio Naturavetal
Ricerca naturavetal.it

Il mio cane non mangia: cause di un comportamento insolito

I cani sono carnivori e spazzini per natura e, a differenza dei gatti, non hanno un palato molto sofisticato. Con i loro nasi da fiuto captano l’odore della preda, e se il cibo ha un buon odore, questo significa: ingozzalo prima che arrivi un rivale che voglia lottare per avere la sua parte. Sapendo questo, a volte sembra sorprendente se il cane non mangia. Ci possono certo essere ragioni di salute come infiammazioni degli organi interni, infezioni gastrointestinali, influenze ormonali, infezioni con febbre o avvelenamento. Il cane non mangerà finché non si riprende, perché la fame non è utile durante la malattia. Tuttavia, questi problemi di salute sono di solito accompagnati da gravi sintomi fisici riconoscibili, come dolore e/o problemi comportamentali, quindi diventa chiaro a qualsiasi proprietario che qualcosa non va e che un viaggio dal veterinario diventa necessario.

Ma cosa succede se un cane in forma rifiuta un certo cibo? E invece non ha problemi a divorare il panino al wurstel del nonno e i bastoncini da masticare colorati che portano i visitatori? Ci possono essere diverse ragioni per cui un cane sano non mangia. Probabilmente è qualcosa che ha a che fare con l’addestramento, perché il cane è stato viziato in passato con molte leccornie o rituali speciali che ora pretende di routine. Oppure il nuovo cibo ha un odore e/o una consistenza diversa dal cibo a cui il cane è abituato, il che lo irrita.

Il cane non vuole mangiare perché è abituato agli esaltatori di sapidità del cibo industriale

L’intera gamma Canis Plus® di Naturavetal® si differenzia dagli alimenti convenzionali in molti modi. Un punto importante è l’assenza di tutti gli appetizzanti e aromi. Tuttavia, i cani sono spesso abituati da anni a questi alimenti industriali. Questo può portare al fatto che si avvicinano con esitazione a un cibo naturale, che non li “attira” così come il vecchio e quindi il cane non mangia. Alcuni cani reagiscono anche solo dopo uno spuntino con attrattivi rifiutando il cibo sano – nella speranza di ottenere poi qualcosa con più esaltatori di sapore.

Altri hanno avuto rinforzi positivi rifiutando il cibo. Sanno che riceveranno qualcosa di “speciale” mescolato nel loro cibo, o che gli verrà dato un cibo diverso, più saporito ed appetibile, per quanto non sempre appropriato, se solo restano esitando davanti alla ciotola e guardano tristemente in direzione della loro padrona/padrone con i loro grandi, bellissimi occhi. Il cane non vuole mangiare. Perché l’entusiasmo iniziale per il cibo nuovo ed eccitante cede il passo, dopo che non è più nuovo ed eccitante, al tentativo di ottenere ancora qualcosa di nuovo – un ciclo che spesso si trascina per anni e spinge il proprietario alla disperazione.

Allora cosa fare se il cane rifiuta il cibo?

Mescolare il nostro cibo naturale Canis Plus® con il cibo precedente può avere un effetto negativo sul cane. A causa dei possibili diversi processi di produzione, i tipi di cibo possono avere un diverso tempo di ritenzione nello stomaco o nell’intestino. Mescolarli crea una sensazione sgradevole nello stomaco. Se il cane associa questa sensazione al nuovo cibo, può rifiutarlo al pasto successivo – il cane non mangia. Ecco perché raccomandiamo di passare direttamente al nostro cibo Canis Plus®, appropriato alla specie e completamente naturale. Inoltre, lo “svezzamento” dagli attrattivi e dagli aromi viene inutilmente ritardato se un alimento contenente queste sostanze viene mescolato al nostro cibo naturale. Prima o poi lo stesso problema si ripresenterà e il cane, comunque, non mangerà più.

Alimentazione del cane: consigli utili quando il cane non mangia più

Se vi piace lavorare sul comportamento alimentare, sappiate che la componente educativa e la vostra coerenza giocano ruoli importanti. Offrite al cane la sua ciotola per circa 15 minuti. Se non mangia durante questo periodo e non mostra appetito, mettete la ciotola fuori dalla sua portata e non offritela più fino al prossimo pasto. La coerenza è la chiave del successo. Il cane cercherà di “farvi cambiare idea”. L’importante è che voi, proprietario e capobranco, abbiate la forza di resistere. Per rendere il cibo più interessante per il vostro cane, può essere utile anche l’alimentazione a mano. Il cane ha la sensazione che sta ricevendo qualcosa di speciale, il che rende più facile il cambiamento. Inoltre, l’alimentazione a mano rafforza il legame tra il proprietario e il cane e può essere fatta praticamente “di sponda”, per esempio durante la passeggiata o come gioco a casa.

Alimentazione del cane: consigli utili quando il cane non mangia più

È utile “raffinare” il cibo quando il cane non vuole mangiare?
Si può anche accontentare il cane mettendo un bastoncino di rumine essiccato o un simile snack “profumato” nel sacchetto di cibo secco. L’odore si trasferirà a tutto il cibo. Anche se questa non è una soluzione permanente, porta rapidamente a un’associazione positiva e quindi a una migliore accettazione del cibo in molti cani. Se il cane ancora non mangia, provate a “raffinare” il cibo come ultimo passo. Se tutti gli altri tentativi non lo convincono, mescolate una piccola quantità di fiocchi di formaggio, yogurt, ricotta, carne fresca macinata, brodo vegetale o anche i nostri menu completi Canis Plus® o i rotoli o lattine di pura carne Canis Plus®. Tuttavia, è importante qui menzionare che il cane si abituerà molto rapidamente a questi “condimenti” e probabilmente li richiederà a lungo termine. Questo può quindi significare che il cane rifiuterà di nuovo il cibo e il gioco ricomincia. Il cane non mangia più. La coerenza del proprietario del cane è quindi di solito il metodo migliore e più efficace a lungo termine.

Quanto è importante l'educazione nell'alimentazione

Molti proprietari di cani si divertono a mescolare qualcosa di speciale nel cibo ogni giorno – il cane ovviamente ne è felice in ogni caso. L’unica cosa da ricordare è che ci sono situazioni in cui questa situazione può diventare molto complicata, se il cane è esigente riguardo al cibo. Per esempio, se il proprietario deve lasciare il cane per un certo periodo di tempo perché deve andare in ospedale. Anche se si va in vacanza con il cane e si vuole rendere l’alimentazione sul posto il più facile possibile, il cane non deve rifiutare il cibo. Certamente, in casi peggiori, il cane può aver bisogno di un’alimentazione speciale a causa di una patologia sviluppata, ma certamente questa non è un’opzione dettata da cattive abitudini, bensì un una necessità.

In conclusione, bisogna dire che il proprietario del cane è colui che decide come vuole nutrire il suo animale domestico. Coloro che vogliono optare per la componente educativa devono sapere quanto segue: solo i primi giorni sono difficili, quando il cane deve imparare che non avrà niente di speciale mescolato nel suo cibo, né gli verrà dato un cibo diverso. L’esperienza ha dimostrato che bastano pochi giorni perché il cane si abitui al nuovo cibo e lo mangi con piacere – il rifiuto del cibo sarà allora solo un brutto ricordo.

Così, quando le malattie siano state escluse o per esempio anche un cane maschio malato d’amore ha riacquistato la sua compostezza, si noterà che la decisione di nutrire il proprio cane con un alimento veramente sano e senza sostanze sintetiche compete più al proprietario che all’animale. Questa decisione sarà poi ricompensata con la salute e una vita piena di vitalità, che si vedrà anche nel cane.

Se avete domande su questo argomento, saremo lieti di fornirvi una consulenza completa. Potete raggiungerci dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 13.00 al numero 0432 751 345 o via e-mail: info@naturavetal.it

Condividi questo post

Condividi su email
e-mail
Condividi su print
stampa
Naturavetal Newsletter

Ricevi la nostra newsletter con preziosi consigli e informazioni sui nuovi prodotti.

Registrati ora rapidamente e facilmente per la nostra newsletter! Ti informeremo sulle novità riguardo al nostro cibo per cani e per gatti naturale ed appropriato – e ti forniremo preziosi consigli per l’alimentazione ed il benessere – augurando una vita lunga e sana al tuo cane e tuo gatto.