Il mio Naturavetal
Ricerca naturavetal.it

Semi Barf: la giusta via di mezzo o niente di tutto?

La dieta Barf è di moda – e questo è tanto di guadagnato per il cane. Molti proprietari di cani riconoscono le origini selvagge e le esigenze naturali dei loro beniamini a 4 zampe.

La dieta appropriata per la specie cane è carnivora. Questo è chiaramente e ampiamente dimostrato dal fatto che il cane discende dal lupo: l’amico a quattro zampe è un carnivoro, ma può amare anche prendere frutti e radici in natura e non disdegna il contenuto dello stomaco della sua preda.

Questo è esattamente il fondamento della dieta Barf: il cane assume la carne cruda come ingrediente principale – insieme a frutta, verdura ed erbe. Se applicato coscienziosamente, il concetto nutrizionale BARF può dare grande beneficio al cane.

Ma cos’è la dieta semi Barf?

Un buon modo per iniziare con un’alimentazione naturale e appropriata? La giusta via di mezzo tra cibo per cani prodotto industrialmente e carne cruda? Come in tutte le scelte nutrizionali, ci sono vantaggi e svantaggi. Ma se fosse niente di ambedue, certamente non sarebbe una buona soluzione alimentare. Cercheremo di spiegare cosa si intende con dieta semi Barf e come il vostro cane può trovarne beneficio.

Info Naturavetal

BARF - che cosa significa?

La sigla BARF (Born Again Row Feeders) è apparsa per la prima volta in Canada, inventata da una proprietaria di cani, Debbie Tripp. Dal significato originale Born Again Row Feeders – carnivori rinati – l’etichetta è cambiata diverse volte dagli anni ’90. Spesso, oggigiorno si intende BARF come una dieta a base di ossa e cibi crudi – Bones And Row Food. In generale, BARF ora sta ad indicare una dieta cruda appropriata alla specie biologica. Se siete Barfer, nutrite il vostro cane con ingredienti crudi adatti all’animale.

Semi Barf = carne cruda e…?

Semi Barf non significa altro che sostituire una parte del cibo confezionato con carne cruda, verdure, erbe e frutta. Tuttavia, il termine non significa mettere un osso nel cibo umido o mescolare tre chicchi di mais tra il cibo secco. La dieta semi Barf richiede una conoscenza dettagliata del cane e della dieta naturale appropriata alla sua specie.

Carne

  • Muscolo, ossa e frattaglie crude di bovino
  • Coniglio, agnello, capra, selvaggina senza parti del tubo digerente a causa di possibili contaminazioni di parassiti
  • Pollo intero, sia muscolo, ossa o frattaglie
  • Mammella, testicoli, pelo, pelle e orecchie sono meno adatti a causa del basso valore nutrizionale
  • Ossa polpose (50% di carne, 50% di ossa)

Pesce

  • Pesce intero
  • teste
  • filetti

Verdura

  • cetriolo
  • zucca
  • carota
  • Mais
  • Verdure a foglia verde come lattuga iceberg, lollo rosso, rucola, cicoria ...

Frutta

  • Mela
  • banane
  • anguria
  • fragola
  • prugna

Erbe

  • erbe aromatiche - o crescione
  • tarassaco
  • finocchio

Qui potete trovare un elenco più dettagliato degli ingredienti adatti alla dieta BARF. Si prega di notare che piselli crudi, lenticchie e fagioli e prodotti crudi della famiglia della Solanacee come peperoni verdi, patate, pomodori, melanzane, avocado e cipolle non sono generalmente adatti per il cane. Anche mele cotogne crude, alchechengi, mela stella, uva e uva passita non sono adatte alla dieta Barf. Potete trovare una lista completa degli alimenti nocivi e altre fonti di pericolo per i cani qui.

Consiglio Naturavetal

In generale, non lasciate che il vostro cane mangi da solo. Le ossa si possono scheggiare – quindi meglio darle sotto supervisione. Non date mai al vostro cane ossa cotte e non dategli ossa lunghe, in quanto sono soggette a rotture.

Primi passi della dieta Semi Barf

Se il vostro cane è stato nutrito con mangimi prodotti industrialmente e volete provare a introdurre in parte alimenti Barf, non dovreste passare immediatamente alla carne cruda. Un cambiamento improvviso sarebbe fatale per il tratto gastrointestinale. Provate un po’ alla volta se il cane tollera la BARF. La digestione del cibo secco estruso, cioè le crocchette industriali, richiede molto più tempo di quella della carne cruda. Questo può portare a diarrea e flatulenza nei cani sensibili. Le crocchette pressate a freddo come Canis Plus invece si possono combinare meglio con la dieta BARF, così come la pura carne in lattina, in rotolo o i menu completi possono essere facilmente alternati con la carne cruda. Canis Plus è prodotto completamente senza additivi sintetici: questo è un grande vantaggio perché vi offre la sicurezza di fornire al vostro cane un alimento naturale puro, come nella BARF. Come quantità ottimale di cibo, raccomandiamo per un cane sano e adulto il tre per cento del peso corporeo al giorno. Se il vostro cane pesa 15 kg, si possono considerare appropriati 450 g di cibo. La parte animale del cibo totale dovrebbe essere compreso tra il 70 e l’80%. Con le crocchette o i menu completi umidi di alta qualità di Canis Plus®, potete integrare carne cruda, verdura e frutta in modo naturale e sensato.

Se volete provare la dieta Barf potete trovare maggiori informazioni qui.

Avete domande o avete bisogno di dettagli o consigli? Il nostro team di esperti sarà lieto di assistervi personalmente chiamando il 0432 751 345 dalle 8.30 alle 13.00, dal lunedì al venerdì. Oppure scriveteci una mail a info@naturavetal.it

Condividi questo post

Condividi su email
e-mail
Condividi su print
stampa
Naturavetal Newsletter

Ricevi la nostra newsletter con preziosi consigli e informazioni sui nuovi prodotti.

Registrati ora rapidamente e facilmente per la nostra newsletter! Ti informeremo sulle novità riguardo al nostro cibo per cani e per gatti naturale ed appropriato – e ti forniremo preziosi consigli per l’alimentazione ed il benessere – augurando una vita lunga e sana al tuo cane e tuo gatto.